< Back

Tango Solo

Uno spettacolo musicale con fisarmonica dal vivo che percorre a ritroso la storia del tango fino a immergersi nelle sue origini.

Solamente l'eco di un tango, null'altro Juliana ricorda della sua vita. La sua anima errante, alla continua ricerca della sua storia, giunge in una sala concerto, dove un fisarmonicista si sta preparando per una serata di musica dal vivo. Juliana insegue ogni suggestione che la possa in qualche modo agganciare a un ricordo, ma così facendo, si perde in un’infinità di possibili vite, tante quante sono state le innumerevoli incarnazioni del tango. La musica e le parole delle milonghe, le sonorità e le contraddizioni del tango nuevo, la femmina fatale, i nuovi orizzonti dei generi fluidi… Dove si nasconderà la storia di Juliana? Dove si trova l'anima femminile del tango?

Questo spettacolo musicale, sospeso tra narrazione, reading e concerto, vuole suggerire un percorso a ritroso della storia del tango, che dai “suburbios” argentini ha conquistato il mondo intero; contaminandosi e ingentilendosi è arrivato fino ad oggi, suonato e ballato in tutto il mondo. Per arrivare a conoscere le sue origini, però, dobbiamo immergerci in un fango di violenza, onore e passione.

Drammaturgia e regia Sara Zanobbio
con Chiara Leoncini
Musiche dal vivo Paolo Camporesi (fisarmonica)
e Sara Zanobbio (voce)

Durata 60 min

Lo spettacolo ha debuttato in occasione della rassegna Riva Baciata, sul lungomare di Finale Ligure, nel 2020. E’ stato poi riadattato per spazi chiusi.