< Indietro

Paola Campaner

Docente

Dopo i primi studi di recitazione presso CTA di Milano, lavora per la
produzione televisiva “Vivere” nel ruolo di Arianna Nazzari. Ma il sacro fuoco
chiama. Si diploma attrice presso la Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi
di Milano nel 2006.
Recita in diversi spettacoli di prosa, diretta da registi tra i quali Lorenzo Loris
(“Ultimi rimorsi prima dell’oblio”, “Il trionfo dell’amore”, “La serva amorosa”,
“Pelleas et Melisande”) Maurizio Schmidt (“Tre sorelle”) Tommaso Tuzzoli
(“Risveglio di Primavera”) Walter Manfrè (“ La cerimonia”) Elda Olivieri (“Non
toccare mia sorella”) Massimo Navone (“L’arma segreta di Archimede”)
Andrea Renzi (“Il tempo di Planck”) Francesca Sangalli (“Mitigare il buio”)
Beppe Arena (“Casina”) .

Ama follemente leggere per gli altri .E spesso collabora con musicisti. Voce
narrante di spettacoli e letture in musica, collabora ad esempio con Orchestra
Sinfonica di Milano G. Verdi per “West Side Story, Symphonic Dances”.
Scrive e recita in “E te amai e cantai sopra ogni cosa”, mossa dall’amore per
poesie e testi di Pablo Neruda. Presta la propria voce a fiabe musicate per i
più piccoli ma si avvicina anche alla radio. Per Rsi- Radio Televisione
Svizzera si occupa di letture di testi nel programma “Laser” di Farian Sabahi.
Voce guida divertente e rassicurante di giochi interattivi per bambini, prova ad
essere seria nei dvd istituzionali e come speaker in convegni, stati generali e
mostre fotografiche.

Recita in alcuni cortometraggi e si impegna per portare il teatro nelle scuole,
promuovendo spettacoli a cui fanno seguito momenti di dibattito con il
giovane pubblico.
Impresa forse ancor più ardua è portare il teatro nei cimiteri. Sotto la guida di
Luca Rodella e affiancata dalla “Compagnia del Cipresso”, tra tombe ed
epitaffi racconta la vita di defunti celebri e non, al meraviglioso Cimitero
Monumentale di Milano.

Si occupa di laboratori teatrali rivolti a giovani e meno giovani, cantanti e
musicisti.
Negli ultimi anni collabora come insegnante con Associazione InDialogo.

Paola Campaner